Pagine

giovedì, marzo 02, 2006

La poesia? Come la speranza


"Com'è¨ noto la speranza è, tra le virtù teologali, la più bizzarra, la più difficile da definire, la meno mentale. La speranza è come quel bambino sventato che, quando si va a spasso in una città molto trafficata, ogni tanto sfugge di mano e corre avanti. Gli si dice: "torna indietro, non andare in strada" e allora questo bambino ritorna sui propri passi. Si cammina ancora un po', e scappa di nuovo...La poesia è come la speranza: qualcosa che scappa continuamente in avanti e che è difficile tenere ferma". Fernando Bandini.